Il Transurfing è cosa non da poco (Martino Lor)

Il Transurfing è una cosa non da poco. Come direbbe lo stesso Zeland “non può essere capito da tutti”. Negli anni si è evoluto… fino a far prendere vita a Tafti. Nei suoi ultimi saggi lo stesso autore insiste sulla pratica dell’ auto osservazione. Quest’ ultima in effetti rafforza sia il Transurfing che la Presenza. 

L' AUTO/OSSERVAZIONE applicata costantemente e continuamente va a modulare e a POTENZIARE il livello mentale/ emotivo , nonchè spirituale. L 'io retrocede, per far spazio all' altro IO.

Nel DNA subentrano nuove informazioni, sotto forma di LUCE. La LUCE è diventarne CONSAPEVOLI...

L' acquisizione della Presenza è graduale . Pian piano si diventa COSCIENTI , più si è COSCIENTI, maggiore è l'attrito del lato oscuro.

L' AUTO OSSERVAZIONE, crea il campo di DIO. Si crea il distacco tra interno ed esterno.

Il processo più valido per arrivare a ciò, è costantemente vivere nell’”adesso” .

Poi si sviluppa un nuovo senso , o come nei adello Zodiaco , non casualmente viene chiamato il “settimo senso” ( sviluppo di doni).

Martino Lor (Senior) 

(Il video di sotto richiama perfettamente ed in egual modo un esperienza vissuta un po di anni addietro. Il video si commenta da solo.

I dettagli dell'esperienza.... troppo personali)

https://www.youtube.com/watch?v=fj0G2hbiykg&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2ruG6TLDH5crhGGIKDlWLjNu9y-ynvSGxRJr5LRB23QZxisJdFU6D7-8Y